I numeri delle slot machines in Italia

Categories Giochi Casino

Oltre 410mila macchine, 13 concessionarie, quasi 5 miliardi di entrate per lo Stato italiano. È questa, in estrema sintesi, la fotografia numerica delle slot machines in Italia. Numeri impressionanti che nel corso degli ultimi anni hanno fatto scattare più di una polemica e più di un campanello d’allarme ma che testimoniano anche la passione dei cittadini per un gioco che può, ovviamente senza esagerare, dare soddisfazioni economiche grazie alle cascate di monete.

Quando le slot hanno salvato il Paese

Un altro dato certo è quello che è emerso da analisi effettuate dal 2013 ad oggi. 3 anni fa l’Italia rischiava una procedura per deficit eccessivo e sono state proprio le entrate erariali delle slot machines a salvare il Paese. Secondo i Monopoli di Stato e l’Agenzia delle Dogane dalle macchine elettroniche sono arrivati in quel momento critico circa 4,3 miliardi di euro. Ciò significa che gli italiani hanno inserito nelle slot machines nel 2013 circa 9,4 miliardi di euro. Anche nel 2014 i numeri sono stati più o meno gli stessi e anche in quel caso nulla è mai stato più provvidenziale. L’Italia ha così scansato di un soffio una procedura per deficit eccessivo da parte dell’Unione Europea per soli 274 milioni di euro.

I primati in Italia: oltre 414mila macchine in funzione

L’Italia, come già accennato, ospita in ogni angolo del Paese esattamente 414.158 slot machines: in pratica, secondo recenti inchieste giornalistiche, ci sarebbe 1 macchina ogni 143 abitanti. Quasi un primato, perché 400mila è quasi la metà delle slot presenti in tutti gli Stati Uniti che hanno anche sul proprio territori templi del gioco come Las Vegas. In Europa, invece, il primato è più che legittimato visto che in Germania, seconda classificata, c’è 1 macchina ogni 261 abitanti. L’Italia, inoltre, ha scommesso molto, perdonate il gioco di parole, sulle videolottery: un segmento di mercato per certi versi nuovo. La puntata è più alta, ma solo nel nostro Paese ne sono attive, secondo i dati ufficiali dei Monopoli di Stato, quasi 51mila delle 160mila presenti in tutto il mondo. Primati in vigore più o meno dal 2009 quando il governo Berlusconi ha deciso di puntare sul settore in costante espansione.

Concessionari e produttori alla costante ricerca di sicurezza

Dicevamo più su delle 13 concessionarie attive che gestiscono le centinaia di migliaia di slot machines da bar in Italia: Snai, Gamenet, Codere, Intralot, Nts Network, Igt, Bplus, Cogetech, Sisal, Netwin Italia, Hbg, Gmatica, Cirsa. Un lavoro non facile quello delle concessionarie, continuamente alle prese con nuove normative, tassazioni, sovrattasse e sistemi di sicurezza antifrode. Numericamente parlando, sono interessanti le ultime procedure messe in campo. Per evitare le frodi le macchine ricevono i segnali inviati dal provider che li gestisce. Se per 4 giorni non ricevono segnali, si bloccano automaticamente. 8, invece, sono le principali case produttrici di slot machines: Mag, Astro, Octavian, EuroGames, Elsy, Igs, Bakoo, Spielo.

Fonte: http://www.gamblingportal.online/blog/